La R+T Asia convince su tutta la linea

12.03.2019

La 15° edizione della fiera stabilisce nuovi record / Espositori provenienti da 21 paesi si presentano al mercato asiatico

Ancora una volta la R+T Asia ha dimostrato di essere all'altezza della sua posizione di fiera più importante per i sistemi di protezione solare, porte e portoni nell'area geografica dell'Asia e del Pacifico: con un chiarissimo aumento del numero degli espositori, dei visitatori e dell'area espositiva, la 15° edizione della fiera ha avuto un successo strepitoso nella storia della R+T Asia. 642 espositori (2018: 507), 41.505 visitatori (2018: 34.263) e 65.000 metri quadrati lordi (2018: 50.000 m²) sono i nuovi record che consolidano la posizione conquistata da questo appuntamento di settore obbligatorio.

Per 82 espositori internazionali, la R+T Asia ha costituito il punto d'incontro per l'Asia. La fiera offre sia la possibilità di presentarsi per la prima volta sul mercato che quella di curare i rapporti con i clienti provenienti dalla Cina e dall'intera regione dell'Asia e del Pacifico. Onur Kirayoglu, direttore generale della Kirayteks Tekstil (Turchia), conferma: "Siamo molto soddisfatti della fiera, al nostro stand c'erano molti potenziali clienti. Sarebbe bello avere sempre più clienti, tuttavia al nostro stand è stata la loro qualità a convincerci del tutto. I nostri clienti sono arrivati a Shanghai persino dagli USA e dal Sud America. Inoltre, l'organizzazione di questa fiera è molto professionale e non possiamo che raccomandare a tutti di presentarsi qui."

Appena un anno dopo la R+T di Stoccarda hanno partecipato espositori provenienti da 21 paesi fra cui Belgio, Germania, Francia, Canada, Paesi Bassi, Spagna, Corea del sud, Turchia e USA. Oltre alle aziende rappresentate per la prima volta, c'erano anche espositori provenienti dall'Europa che, dopo una pausa di alcuni anni, hanno deciso di tornare a essere attivi in Cina. Le novità della R+T Asia sono state ad esempio la presenza delle ditte Vertilux (USA) e Gaviota (Spagna). Ricardo Giner, direttore generale della Gaviota, è rimasto entusiasta della sua prima partecipazione alla fiera: "E' stato un vero successo! Siamo molto soddisfatti e il nostro obiettivo di conoscere il mercato asiatico e di capirlo meglio è stato pienamente soddisfatto. Al nostro stand sono venuti clienti dalla Corea, dal Giappone, insomma dall'intera regione, ma anche dal Sud America e dall'India. L'anno prossimo torneremo di sicuro!"

La terza partecipazione aziendale per ordine di grandezza è stata quella tedesca con 14 ditte. Dal 2006 lo stand collettivo tedesco offre la possibilità di sperimentare il mercato cinese a costi contenuti. Il progetto dello stand collettivo ha convinto Karl Gerlinger della Gerlinger Industries (Germania): "Siamo riusciti ad avvicinarci molto di più al nostro obiettivo, quello di diventare fornitori globali. Qui abbiamo incontrato clienti provenienti da tutto il mondo: dalla Corea, dagli USA e persino dal Messico, ma anche dalla Germania. Alla fiera il pubblico si è dimostrato molto aperto ai prodotti innovativi che offriamo. Abbiamo potuto beneficiare della rete esistente tra espositori e visitatori e la partecipazione al German Pavilion è stata ideale per questo."

Anche l'aumento del 21 percento del numero dei visitatori dimostra che da anni la R+T Asia si occupa con coerenza di priorità e argomenti giusti. Con 28.721 visitatori provenienti dalla sola Cina, pari a un aumento di quasi il 15 percento, la fiera si è ingrandita in modo significativo. Oltre il 30 percento dei visitatori ha raggiunto Shanghai da tutto il mondo, soprattutto dalle nazioni dell'ASEAN, dall'Europa, dagli USA e dal Sud America.

Il programma InnovAction - una calamita per i visitatori

Il programma InnovAction ha registrato un grande successo perché la sua area espositiva, le sue conferenze per gli esperti e la premiazione delle imprese innovative offrono una vera e propria piattaforma. Nel campo dei sistemi di protezione solare, quest'anno l'InnovAction Award è stato vinto dalla ditta Burda Worldwide Technologies (Germania) con un sistema modulare per il controllo climatico delle aree esterne; già nel 2018 la ditta si era conquistata il premio all'innovazione della R+T di Stoccarda. Nel settore espositivo dedicato alle porte e ai portoni, la ASSA ABLOY Entrance Systems (Svezia/Cina) ha ricevuto il primo premio per il portone ad apertura rapida RR3000 R.

Nel 2018 la Burda Worldwide Technologies si è presentata a Shanghai per la prima volta nell'ambito dell'InnovAction Hub e quest'anno la ditta di Eschborn ha esposto allo stand collettivo tedesco. Il direttore generale Jiri Burda è rimasto entusiasta dello svolgimento della R+T Asia: "Le mie aspettative sono state superate in tutti i casi, la fiera era fantastica! Il German Pavilion è stata proprio la scelta giusta per presentare all'area asiatica i nostri prodotti e perfezionarne la gamma. La qualità dei visitatori era altissima e ho avuto molte richieste d'ordine. Il nostro prodotto è Made in Germany e viene recepito bene; per il futuro vedo davvero molto potenziale qui."

Il vasto programma collaterale entusiasma

Anche il tema della Smart Home è presentato molto bene sul mercato cinese, la mostra speciale Smart 2025 Experience e la conferenza stampa AIoT Smart Home Summit che l'ha accompagnata hanno registrato un grande afflusso di visitatori. Concepita specialmente per il pubblico cinese, questa componente del programma collaterale sarà ulteriormente potenziata l'anno prossimo.

Anche la nuova manifestazione collaterale HD+Asia, una mostra sui tessili e le decorazioni per la casa, ha convinto con i suoi 25 espositori e 5.000 metri quadrati lordi. I gruppi target di visitatori nel campo del design e dell'architettura di interni hanno accolto con favore le ulteriori informazioni offerte dal Soft Decoration Design Summit, dalla Cadex Conference e da Materia, una mostra dedicata ai materiali.

Il trasferimento in un altro centro fieristico apre nuove possibilità

Per la prossima edizione della R+T Asia, che si terrà dal 17 al 19 marzo 2020, è stato fissato il trasferimento al centro fieristico NECC National Exhibition and Convention Center di Shanghai. Alla garanzia di scadenza annuale con una distanza sufficiente dalla R+T 2021 si associa anche una possibilità di crescita: i padiglioni più grandi costituiscono la base di uno sviluppo futuro in termini di area espositiva e numero di espositori. Allo stesso tempo, il centro permette di mantenere la struttura tematica e ancorare alla fiera nuovi argomenti e mostre speciali.

Per ulteriori informazioni sulla R+T Asia consultare il sito www.rtasia.org/en

Didascalie delle immagini:

RT_Asia_19_P_SB_001: i nuovi record stabiliti dal numero degli espositori e dall'area occupata sono un buon motivo per festeggiare l'apertura.

RT_Asia_19_P_SB_002: con un più 15 percento, anche il numero dei visitatori provenienti dalla Cina stabilisce un nuovo record.

RT_Asia_19_P_SB_003: all'InnovAction Hub sono state richieste soprattutto le novità degli espositori internazionali, qui nella foto lo stand della ditta Sommer Antriebs- und Funktechnik (Germania).

RT_Asia_19_P_SB_004: i nominati, la giuria e il vincitore dell'InnovAction Award per i sistemi di protezione solare, Jiri Burda della Burda Worldwide Technologies (il quinto da sinistra)

RT_Asia_19_P_SB_005: i nominati, la giuria e il vincitore dell'InnovAction Award per porte/portoni della ASSA ABLOY Entrance Systems

Diritti d'immagine: Landesmesse Stuttgart GmbH

Alle Medien als .zip herunterladenzurück zur Übersicht